European

BLOG

Light Bulbs

Assicurare efficacemente la propria fornitura di elettricità

A differenza di molte altre regioni del mondo, la fornitura di energia elettrica in Italia è in gran parte del Paese molto affidabile. Dato che la fornitura sembra essere così ovvia, quasi nessun consumatore pensa a cosa fare quando l’elettricità non è disponibile. Tuttavia, quello che diamo per scontato, a ben guardare non lo è sempre e per tutti. Anche se non è certo un fatto quotidiano, ci sono sempre improvvise interruzioni di corrente, anche alle nostre latitudini.

A prescindere dal famoso back-out che paralizzò l’Italia nel 2003, ogni anno per forti nevicate, piogge, lampi, caduta di alberi sulle linee elettriche provoca centinaia di black-out nel paese che coinvolgono in totale centinaia di migliaia di famiglie. Inoltre è in aumento un pericolo completamente diverso: negli ultimi anni i fornitori di energia elettrica hanno registrato un aumento degli attacchi informatici dannosi alle reti elettriche pubbliche. Sullo sfondo della continua conversione della rete elettrica italiana alle energie rinnovabili, si deve anche tener conto del fatto che l’elettricità verde non può essere sempre disponibile in modo costante. La quantità di vento cambia, il livello dell’acqua nei fiumi è soggetto a variazioni, anche a causa del cambiamento climatico, e il sole splende – o non splende. Tali fluttuazioni nella produzione di energia possono portare a fluttuazioni del livello di energia in tutta la rete.

Autonomia energetica: diventare un produttore sostenibile di energia elettrica.

La sicurezza della propria alimentazione elettrica può essere ottenuta con relativa facilità installando un impianto fotovoltaico domestico con accumulo – i proprietari di casa possono “fare il pieno” di elettricità gratuita direttamente dal sole. Infatti, il solo impianto fotovoltaico riesce a soddisfare circa il 30-35% del fabbisogno quotidiano a causa dello sfasamento temporale tra la generazione e il consumo di energia elettrica. La soluzione in questo caso consiste nell’aggiornare il sistema di batterie fotovoltaiche con un dispositivo di accumulo dell’energia, ad esempio un prodotto RESU di LG Chem con capacità di back-up. Le batterie RESU possono cedere l’energia accumulata, non appena c’è richiesta. Un inverter fotovoltaico, che prende energia dai pannelli posti sul tetto, si occupa della gestione dell’energia e di caricare e scaricare la batteria secondo necessità.

Installando un sistema fotovoltaico dotato di batterie, il proprietario stesso diventa, per così dire, un generatore di energia. Molti di loro decidono di installare un tale sistema principalmente per due importanti motivi: In primo luogo, la generazione di elettricità da energia solare è un modo molto sostenibile ed ecologico per ridurre la propria impronta di carbonio e produrre elettricità in modo ecologico. Il secondo argomento è l’autonomia e l’indipendenza dell’alimentazione elettrica ottenuta tramite l’impianto. Con una sufficiente capacità di stoccaggio dell’elettricità auto-generata, le interruzioni di corrente sono più facili da gestire. In questo caso, gli elettrodomestici critici, come un frigorifero o un congelatore a pieno carico, possono continuare a funzionare in modo affidabile anche in caso di mancanza di corrente, senza la perdita di alimenti eventualmente costosi.

Il sistema componibile RESU

L’accumulatore di energia – la batteria – è costituito da due elementi (celle elettrochimiche) e da una “Unità di protezione della batteria” (BPU), che è responsabile per la gestione degli elementi della batteria. Il particolare vantaggio del design componibile RESU è che, in caso di guasto, è necessario sostituire un solo pezzo invece dell’intero accumulatore di energia. L’esperienza, infatti, dimostra che gli elementi della batteria durano più a lungo delle parti elettroniche. Inoltre, poiché una RESU10M richiede uno spazio molto ridotto e, pesando meno di 80 kg, può essere sistemata su qualsiasi pavimento o parete portante, Lo spazio occupato dalla batteria è minimo – la batteria può essere facilmente alloggiata in qualsiasi cantina o locale tecnico.

Gli accumulatori forniscono energia vitale quando le reti elettriche pubbliche si guastano, ma solo quando l’elettricità immagazzinata in batteria ha raggiunto un livello di carica minimo. Questa è responsabilità dell’inverter, che controlla la gestione dell’energia all’interno della casa in modo da poter commutare l’alimentazione dell’edificio dalla rete pubblica alla batteria RESU non appena viene riconosciuta un’interruzione di corrente. Per le batterie RESU di tipo LV che forniscono 48 volt, possono essere utilizzati inverter di Solaredge, SunGrow, Solax, Solix, GoodWe, Ingeteam e Victron, mentre le batterie RESU HV che forniscono 400 volt utilizzano tipicamente inverter di Solaredge, SMA, Fronius, Huawei e Delta. Ad esempio, una RESU10M home storage è compatibile con la SMA Sunny Boy Storage 3.7. Offre 9,3 kWh di energia utilizzabile, una capacità di 63 ampere-ora e una tensione nominale di 155 volt con un range di tensione tra 126 e 176 volt. Grazie alla sua classe di protezione IP55, la RESU10M può essere installata sia all’interno sia all’esterno dell’edificio. La comunicazione avviene tramite CAM2.0B.

I sistemi di accumulo, con capacità di back-up, trasformano la casa in una centrale elettrica domestica.

Il primo passo è di trasformare la propria casa in una “centrale elettrica privata” con l’aiuto di un’azienda specializzata in impianti fotovoltaici e risparmio energetico. Molti di loro si sono specializzati in impianti fotovoltaici, come Matteo Pirota della società Petalo srl. Egli può anche confermare la tendenza verso una maggiore sicurezza di approvvigionamento grazie alle sue numerose conversazioni con i proprietari di casa. “Molti dei nostri clienti vogliono diventare più autosufficienti, in parte per garantire la loro sicurezza di approvvigionamento, ma anche perché cercano un senso di indipendenza dal fornitore di energia elettrica”, spiega Matteo. “In linea di principio, il fotovoltaico è sufficiente per essere indipendenti, ma naturalmente si diventa veramente autosufficienti solo se si riesce a immagazzinare l’energia che si genera. Questo è possibile, in modo affidabile, solo con una batteria come la linea RESU di LG Chem.

Una volta che l’impianto fotovoltaico è installato sul tetto del proprietario della casa, è necessario trovare un’adeguata combinazione affidabile di accumulo dell’energia domestica (batteria) e inverter. Si deve tener conto di alcuni fattori importanti: Il sistema di accumulo dell’energia deve fornire una capacità sufficiente in chilowattora. Si deve anche conoscere il consumo energetico medio previsto della casa, in modo da poter considerare un inverter con una potenza di uscita adeguata. Inoltre, il fabbisogno energetico cumulativo di notte deve essere coordinato con la batteria parzialmente carica. È anche importante determinare quali dispositivi alimentare in caso di back-up. Idealmente, la potenza del sistema di moduli fotovoltaici dovrebbe essere calcolata in modo tale che la batteria abbia energia sufficiente anche nelle giornate invernali nuvolose.

Indipendente, libero e sostenibile – la visione di un approvvigionamento energetico autonomo

Il fatto è che: In tempi di generazione energetica “verde” e di crescenti incertezze economiche, i proprietari di case dovrebbero approfondire il tema della produzione decentrata di energia. Gli impianti fotovoltaici con batteria possono essere installati con adeguate combinazioni di accumulo/inverter compatibili dotati di backup, in modo tale che il desiderio di un approvvigionamento energetico autonomo indipendente e soprattutto rispettoso dell’ambiente non debba rimanere un sogno.

Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su xing
XING
Condividi su print
Print
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su xing
Condividi su print

Rimani connesso

Iscriviti alla nostra newsletter gratuita e ricevi notizie e aggiornamenti tecnici dal mondo dello stoccaggio di energia elettrica di prima mano!

Ricerca
Installatori

INIZIO